Quando Rota, allo scadere del terzo quarto, segna la tripla del momentaneo 55-51 facendo schizzare letteralmente in piedi tutti i tifosi friulani accorsi al PalaGesteco la sensazione è che la UEB abbia le due mani sul manubrio. L'Mvp del campionato, prendendosi la squadra sulle spalle, le prova tutte per conferire il 2-0 ai suoi, ma alla fine non sarà così. Perché Vigevano espugna per 67-69 il PalaGesteco che era inviolato dal 17 aprile 2021, pareggia i conti e ora avrà due partite casalinghe (venerdì alle 21 e domenica alle 18) nella serie di finale play-off. I lombardi festeggiano con merito, non rubano nulla, ma alla UEB Gesteco resta strozzato in gola l'urlo di gioia quando sul 67-68 a 5 secondi dal gong la conclusione di Battistini a un metro dal ferro è cortissima. Poi, dall'altra parte, Vigevano mette un libero e la preghiera da centrocampo di Rota scheggia il ferro. Il cortometraggio di gara 2 si apre con Battistini che segna otto punti consecutivi e in aggiunta a una tripla di Mouaha dà alla UEB Gesteco l'11-2 al 2' (resterà il massimo vantaggio per la truppa del Pilla). Vigevano si rifà subito sotto e va avanti per la prima volta sul 17-18 al 9'. Capitan Chiera risponde (20-18 all'11'), però gli ospiti hanno la bravura di controbattere. Sempre. Colpo su colpo. Un break lombardo di 0-15, nel cuore del secondo quarto, sancisce il momentaneo il 20-33 al 15' (massimo vantaggio ospite). Allora Ohenhen, in uscita dalla panchina, ci mette sostanza nel pitturato (28-35 al 18') e due triple di Mouaha e Rota dipingono il -3 friulano al 20'. Si torna dagli spogliatoi, Vigevano non riesce a tenere dietro i locali. Mouaha schiaccia facendo impazzire i tifosi (44-43 al 24'). Poi, come detto, Rota si prende la squadra sulle spalle. Tripla del 55-51 al 29'. Canestro del 57-51 al 32'. Cesto del 59-56 al 34'. Due su 2 ai liberi per il 61-56 al 35'. Non è finita. Break di Vigevano (61-62 al 37'). Comincia un mini supplementare quando Chiera impatta dalla linea della carità (62-62 al 37'). Peroni spezza l'equilibrio (62-65 a -1'50"). Mouaha riprende gli avversari, sempre dall'arco: 65-65 a -1'32". Rossi riporta in vantaggio i suoi a cronometro fermo (65-67 a -52"). Battistini pareggia indisturbato (67-67 a -37"). Ancora Rossi (67-68 a -15"). E' il punticino decisivo visto che la trama finale è già stata spiegata in principio. Ma è lunga. Per gara 3 venerdì, a Vigevano, partirà un pullman di tifosi da Cividale: per info e prenotazioni 3517990752. 

Gesteco Cividale - Elachem Vigevano 67-69 (17-18, 17-19, 21-14, 12-18)

Gesteco Cividale: Aristide Mouaha 20 (3/6, 4/4), Eugenio Rota 16 (4/5, 2/10), Adrian Chiera 14 (1/3, 3/7), Leonardo Battistini 10 (5/12, 0/1), Daniel Ohenhen 5 (0/1, 0/0), Gabriele Miani 2 (1/3, 0/2), Alessandro Cassese 0 (0/0, 0/3), Alessandro Paesano 0 (0/2, 0/1), Gian paolo Almansi 0 (0/1, 0/2), Matteo Frassineti 0 (0/0, 0/0), Enrico Micalich 0 (0/0, 0/0), Luigi Cautiero 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 12 / 21 - Rimbalzi: 36 15 + 21 (Aristide Mouaha 12) - Assist: 11 (Eugenio Rota 8)

Elachem Vigevano: Nicolò Gatti 17 (4/5, 2/5), Jacopo Mercante 10 (1/2, 2/6), Gianluca Giorgi 9 (3/6, 0/0), Filippo Rossi 9 (1/4, 0/1), Michele Peroni 8 (1/1, 2/6), Alessandro Ferri 7 (1/1, 1/5), Alessandro Procacci 7 (1/3, 0/1), Luigi Cianci 2 (1/1, 0/0), Vladyslav Radchenko 0 (0/0, 0/0), Victor Kahnt 0 (0/0, 0/0), Francesco Spaccasassi 0 (0/0, 0/0), Nicolò Tagliavini 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 22 / 31 - Rimbalzi: 27 3 + 24 (Filippo Rossi 9) - Assist: 14 (Alessandro Procacci 7)

Davide Micalich: «Una per volta insieme al nostro pubblico, questo è il nostro motto»
Chiera: «Ognuno di noi dovrà dare qualcosa in più»